Moda e bellezza

Abbigliamento bambini per il mare: consigli e suggerimenti

Mettersi alla ricerca dei costumi da bagno per i bambini, e più in generale dei capi di abbigliamento per il mare destinati ai più piccoli, vuol dire prestare la massima attenzione alle loro esigenze e alle loro preferenze, ma soprattutto alla loro pelle, che non deve essere in alcun modo danneggiata o irritata. I bambini piccoli, infatti, hanno una pelle molto delicata e sensibile, che proprio per questo motivo non può rimanere a contatto per lungo tempo con un tessuto sintetico, a maggior ragione nel caso in cui esso sia bagnato, come accade dopo essere entrati in acqua al mare, al lago o semplicemente in piscina. Se non si adottano le dovute precauzioni, non si può escludere la probabilità di incappare in irritazioni più o meno fastidiose o addirittura in micosi, specialmente in presenza di acqua salata che può rendere i fastidi ancora più difficili da sopportare.

Guida alla scelta

Appare evidente la necessità di affidarsi a marchi di comprovata qualità, come per esempio Babe & Tess, fermo restando che l’abbigliamento da mare per i bambini più appropriato è quello realizzato in puro cotone, e cioè in fibra naturale. Il problema è che trovare proposte di questo tipo è meno semplice di quel che ci si potrebbe aspettare: la maggior parte dei costumi, infatti, è realizzata in lycra o comunque con altri materiali sintetici. Per fortuna ci sono anche delle aziende bio che mettono a disposizione dei materiali alternativi naturali, tra i quali la fibra naturale di eucalipto.

I pregi delle fibre naturali

Parlare di fibre naturali vuol dire, ovviamente, fare rierimento alle fibre vegetali, che si contraddistinguono per numerosi pregi: per esempio, sono in grado di asciugare con una certa rapidità, e in più non richiedono la stiratura. Anche in spiaggia, bimbi e bimbe si possono sentire alla moda: quel che conta è che indossino capi che permettano loro di sentirsi a proprio agio tra castelli di sabbia, tuffi dal materassino, sfide a racchettoni e partite di beach soccer. Gli outfit che possono essere sfoggiati dai più piccoli al mare, e più in generale in vacanza, meritano di essere scelti anche con un occhio di riguardo all’estetica.

Le bambine on the beach possono optare, per esempio, per piccoli abiti a stampa con immagini di cocomeri o altri frutti, ma anche costumi interi con vortici di ruches; ai piedi, ecco delle mini infradito o dei piccoli sandali. Per un outfit completo dalla testa ai piedi, non possono mancare gli accessori: una borsa da mare in formato mignon e un cappello dalle fantasie tropicali sono ciò che ci vuole in spiaggia, anche per proteggersi dai raggi del sole e dalle conseguenze negative che essi potrebbero innescare.

Per i maschietti e per le femminucce, è utile un telo accappatoio che si rivela indispensabile ogni volta che si esce dall’acqua, sia per asciugarsi che per cambiare il costume al riparo da sguardi indiscreti: dotato di cappuccio, si dimostra multifunzionale e fa della praticità il suo tratto peculiare. In vista della villeggiatura, poi, i bambini potranno scegliere tra camicie di jeans con maniche scorciate, magliette con taschino e slippini o boxer aderenti. Ai piedi, invece, sono due le opzioni principali: le espadrillas o le ciabatte con la suola in sughero, da togliere ogni volta che c’è da giocare a pallone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.