Viaggi

Cosa fare in un hotel con SPA

Capita a volte di dover “staccare la spina” e ritrovare un po’ di relax allontanandosi dai problemi e dalla routine di tutti i giorni e goversi un po’ di sano benessere. In questi casi, decidere di passare del tempo in un centro benessere o in un hotel con SPA è spesso la soluzione più ovvia.
Che si tratti di un giorno, un weekend o più, non é sempre semplice scegliere: quali sono i più diffusi trattamenti spa di cui si può godere?

Foto freepik

Abbiamo deciso di approfondire questo argomento. Ecco, quindi, alcuni tra i trattamenti più utilizzati in un percorso benessere:

I principali trattamenti degli hotel con centro benessere

Quali sono i trattamenti principali che è possibile trovare nella maggior parte degli hotel con SPA in Italia? I più rinomati sono sicuramente il bagno turco e la sauna finlandese.

Il bagno turco: cos’è e come funziona

foto Freepik

Noto anche come Hammam, o semplicemente come bagno di vapore, é una delle più note e diffuse tradizioni del benessere.
Tanto che, negli ultimi anni, é molto ricorrente trovarne non soltanto nei centri benessere ma anche in palestre e in hotel con SPA.
I benefici princiapali del bagno turco derivano dal calore e dall’umidità, generati dal riscaldamento dell’acqua in un ambiente chiuso. L’hammam ha una temperatura minima intorno ai 45° e una massima di 60° circa. Ma quel che genera i benefici è l’umidità che raggiunge il 100%. Non esistono limiti di tempo, tuttavia, è di solito presente all’interno della stanza una fonte d’acqua fresca da utilizzare per rinfrescarsi.
Perché il bagno turco è benefico? L’umidità contribuisce ad aprire i pori della pelle, depurandola e preparandola ai trattamenti successivi. É per questo che, di norma, l’hammam è il primo trattamento da svolgere, considerato propedeutico a tutto il percorso benessere.

La sauna finlandese

it.freepik.com

La sauna finlandese sfrutta gli stessi principi dell’hammam, concentrandosi sui vapori generati dal riscaldamento dell’acqua per aprire e depurare i pori della pelle, predisponendola ad una profonda purificazione.
A differenza del bagno turco, la sauna finlandese prevede temperature maggiori raggiungendo tranquillamente gli 80°. Per questo la sauna è sconsigliata per soggetti non in perfette condizioni fisiche e, anche per chi è in perfetta saluta si sconsiglia di rimanere all’interno della sauna per periodi lunghi, è consigliabile invece fare più “cicli”, entrando e uscendo dalla sauna a intervalli regolari. Il beneficio maggiore deriva dal calore che genera vapori caldi, la cui umidità può essere aumentata gettando acqua sulla fonte di riscaldamento e, così facendo, aumentando la quantità di vapore.

Non vi resta che scegliere un hotel con SPA e dedicare le vostre vacanze al benessere del proprio corpo e della propria mente, lasciandovi coccolare dalle mani esperte di professionisti e godendo dei trattamenti benessere a disposizione per tornare alle vostre abitudini rigenerati, riposati e rilassati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.