Arredamento e design

5 consigli per rendere la casa smart e accessibile a tutti

Chi presenta handicap o difficoltà di movimento temporanee o permanenti, ha bisogno di tutta una serie di accessori per poter vivere la propria casa in totale libertà e senza dover affrontare eventuali barriere architettoniche. Sia che si tratti di un adulto, di un anziano o di un bambino, esistono tanti modi per attrezzare la casa in modo ottimale, senza che la presenza di un montascale in casa, ad esempio, debba necessariamente intaccare l’armonia estetica dell’arredamento circostante. Vediamo insieme 5 modi per integrare alla perfezione nell’ambiente domestico questi tipi di presidi e per rendere la casa vivibile al 100%.

1. Interruttori della luce
Quando si è obbligati a utilizzare un montascale, è molto importante avere nelle immediate vicinanze tutto quello che potrebbe esserci utile prima di mettere in moto il presidio. Ad esempio, è consigliabile montare due interruttori della luce, uno alla base della rampa di scale e un altro in cima. I montascale di oggi sono dotati di sistemi di sicurezza che garantiscono l’arrivo a destinazione anche in caso di assenza di corrente, grazie al loro funzionamento a batterie ricaricabili. Tuttavia, se dovesse improvvisamente andar via la luce, la persona che utilizza il montascale avrebbe subito a disposizione l’interruttore e non rischierebbe quindi di inciampare su eventuali mobili una volta arrivata a destinazione. Ecco perché è importante dotare la casa, e in particolare l’inizio e la fine delle scale, di interruttori della luce.

2. Ordine e spazi organizzati
Quando in casa sono presenti anziani o disabili con problemi motori è importante sistemare i mobili e gli arredi della casa in modo che non siano di intralcio, quindi armadietti, tappeti, poltrone, tende lunghe e comodini andrebbero messi lontani da porte, finestre, elettrodomestici e rampe di scale. In questo modo, per chi è costretto a utilizzare stampelle, sedie a rotelle, miniascensori o anche un montascale, sia esso a pedana o a poltroncina, sarà molto più semplice muoversi liberamente per casa senza incorrere in rischi inutili. Lo stesso vale se in casa è presente un montacarichi: anche lo spazio circostante dovrà essere lasciato libero per facilitare i movimenti del disabile.
È consigliabile anche tenere in ordine la casa e non lasciare quindi nessun oggetto sul pavimento (borse, scarpe, ecc.) altrimenti la persona disabile potrebbe incorrere in rischi inutili e, nel peggiore dei casi, farsi male. In commercio ci sono tantissime soluzioni a cui potrete ricorrere anche se non disponete di tanto spazio per riporre i vari oggetti, come ad esempio panche, bauli e scarpiere a scomparsa.

3. Installare un montascale non vuol dire rinunciare al design
Se pensate che un montascale potrebbe compromettere lo stile della vostra abitazione, non preoccupatevi: esistono tante tipologie diverse che vi permetteranno di scegliere il colore dei materiali utilizzati, il tipo di cuscino nel caso dei montascale a poltrona e la modalità di installazione della guida, che si adatterà perfettamente a tutti i tipi di scala, siano esse dritte, curvilinee o a chiocciola.
L’installazione del montascale non comporta tempi lunghi e fastidiosi perché sarà pronta in un giorno. Inoltre, avrete la possibilità di scegliere il sistema di guida che più si adatta alle vostre esigenze: quello monotubo e quello a due tubi.
L’impatto visivo e l’ingombro saranno minimi e il binario consentirà di adottare la posizione più sicura e più comoda per la persona che utilizza questo presidio. Inoltre, è possibile ridurre ulteriormente l’ingombro della pedana o della poltrona richiudendola una volta che si è finito di utilizzarle.

4. Un montascale anche per i bambini
Se avete deciso di installare un montascale per vostro figlio, con un po’ di fantasia riuscirete a decorarne uno per renderlo piacevole anche per i suoi gusti. I bambini non faranno mai caso a come si abbina al resto della casa, ma se aggiungerete qualche elemento divertente lo noteranno sicuramente. Ad esempio, per una bambina potrete creare delle ali da fatina o da farfalla da attaccare al montascale, utilizzando delle semplici grucce per vestiti, un nastro e un paio di collant colorati oppure, nel caso di un maschietto, potete piantare due chiodini, uno alla base delle scale e un altro al punto d’arrivo, e appendere un cilindro da mago da indossare prima di salire o scendere: in questo modo potrà utilizzare il telecomando in dotazione per azionare il movimento del montascale come se fosse una bacchetta magica. Le idee sono tantissime: usate la vostra fantasia e decorate il montascale anche in base ai gusti dei vostri bambini.

5. Un’altezza adatta a tutti
Se in casa è presente qualcuno che utilizza un deambulatore, una carrozzina o un bastone, è consigliabile evitare di riporre gli oggetti che potrebbero essere utili in posti difficilmente raggiungibili. La cosa migliore da fare è organizzare gli spazi tenendo in considerazione la limitata possibilità di movimento dei nostri cari e quindi scegliere di sistemare utensili della cucina, telecomandi, telefoni e così via, né troppo in basso né troppo in alto. In questo modo chiunque sarà in grado di utilizzarli autonomamente in qualsiasi momento. Lo stesso vale per il cibo e l’acqua, ovviamente, per gli interruttori della luce e per le prese elettriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.