Consigli pratici

Camini a gas: caratteristiche e prezzi

Acquistare un camino a gas rappresenta senza dubbio la soluzione più indicata per chi desidera beneficare della suggestiva atmosfera che solo un caminetto è in grado di conferire all’ambiente circostante, ma che di fatto preferisce evitare di farsi carico di tutti i disagi imposti inevitabilmente dall’utilizzo della legna da ardere. Pratici, di rapida installazione, estremamente sicuri, i camini a gas presentano una rapida accensione e non necessitano di particolare e frequente manutenzione, garantendo comunque le migliori performance in termini di resa calorica. Tuttavia sono molteplici le domande frequenti relative alle caratteristiche che contraddistinguono questo sistema di riscaldamento alternativo così ampiamente diffuso: conoscerle a fondo può sicuramente risultare utile ai fini di una scelta.

Il camino a gas è facile da utilizzare?

Tra i principali vantaggi dati dalla scelta di un caminetto a gas come sistema di riscaldamento, compare decisamente la facilità di utilizzo. Gran parte dei caminetti a gas disponibili attualmente sul mercato sono di norma dotati di telecomando e un pratico display LCD che consente di regolare rapidamente la temperatura ideale così come l’intensità della fiamma. Proprio grazie al telecomando è inoltre possibile gestire in autonomia tutte le funzioni manuali relative alle regolazioni disponibili così come di programmare un timer temporizzandone a piacere l’accensione e lo spegnimento agli orari desiderati.

Funzionale ed efficiente, il camino a gas prevede inoltre tempi di attesa legati all’accensione, praticamente nulli. Alla sola pressione di un pulsante, la fiamma inizierà ad ardere senza la necessità di “carburare” prima del regolare avvio. A questi significativi vantaggi, si va inoltre ad aggiungere l’impatto estetico dato da un focolare completo di ciottoli o ceppi ceramici che simulano la naturalezza di un caminetto tradizionale: grazie a questa piacevole simulazione, il vetro si mantiene costantemente pulito e il combustibile, sempre a disposizione, non necessita di essere in alcun modo stoccato, proprio perché si tratta di semplice gas. Grazie a queste importanti peculiarità, il camino a gas risulta essere tra i sistemi di riscaldamento più semplici da utilizzare, anche da chi non presenta particolare dimestichezza con la tecnologia.

Barzotti.it dispone di una vasta selezione di camini a gas, pronti a rispondere a ogni genere di esigenza e dotati delle più moderne tecnologie in grado di ottimizzare ulteriormente l’efficienza del calore domestico.

Il camino a gas è sinonimo di sicurezza e affidabilità?

Il camino a gas rappresenta ciò che di più sicuro e affidabile è possibile trovare in commercio, questo poiché proprio la sicurezza è un fattore imprescindibile quando si parla di “focolare” posto all’interno di un’abitazione. Grazie a questo particolare sistema di riscaldamento, l’aria viene prelevata dall’ambiente esterno attraverso una specifica presa d’aria, in modo da non pregiudicare la qualità dell’ossigenazione presente all’interno dello spazio abitativo. In sostanza il camino a gas non assorbe in alcun modo ossigeno a discapito degli abitanti della casa risultando così affidabile da poter essere tranquillamente collocato anche in ambienti quali ad esempio la camera da letto.

Il vetro del camino a gas potrebbe scoppiare?

Ulteriore caratteristica che contraddistingue i caminetti a gas, è rappresentata senza dubbio dai materiali all’avanguardia con cui solitamente vengono realizzate le molteplici componenti strutturali di ogni dispositivo di riscaldamento: il vetro è un esempio calzante. Si tratta infatti di vetro ceramico, ben diverso dal classico vetro temperato impiegato ad esempio nei forni delle cucine a gas, il quale gode della peculiarità di resistere tranquillamente ad altissime temperature, non presentando alcun tipo di rischio legato alla rottura o alla frantumazione accidentale nel momento stesso in cui il camino viene messo in funzione a pieno regime.

Il camino a gas garantisce una resa calorica adeguata?

La capacità di riscaldare ovvero la resa calorica complessiva, non rappresenta lo scopo principale del camino a gas anche se tuttavia, tale dispositivo è in grado di garantire una resa calorica discreta a vantaggio dell’abitazione. Proprio per questo motivo viene di norma integrato in un sistema di riscaldamento termoautonomo o centralizzato preesistente in modo da promuoverne ulteriormente l’efficienza.

Tuttavia, specie nelle giornate tipicamente primaverili o autunnali, accendere il camino a gas può risultare vantaggioso poiché assicura il giusto tepore all’ambiente senza determinare un calore eccessivo per la stagione stessa, riducendo la necessità di dover ricorrere all’accensione dell’impianto di riscaldamento principale. Molti camini a gas sono progettati in modo tale che la carenatura che li costituisce, risulti in grado di diffondere facilmente aria calda all’interno dello spazio, mediante l’installazione di apposite griglie e bocchette.

Un camino a legna può essere convertito in un camino a gas?

Da non sottovalutare un’importante caratteristica che rende il camino a gas ancora più versatile: è infatti possibile sfruttare, ove presente, un vecchio caminetto a legna, trasformandolo in un dispositivo a gas moderno e funzionale, semplicemente applicando all’interno della bocca del focolare, un particolare inserto a gas che dovrà ovviamente essere connesso e alimentato a metano o GPL contribuendo in questo modo a dare nuova vita a un complemento dell’ambiente, magari in utilizzato, complice l’indubbia scomodità. In questo caso non sono nemmeno necessari particolari interventi strutturali, ma può facilmente essere sfruttata in toto la struttura del camino a legna già presente.

Il camino a gas si può mettere anche all’esterno?

Il camino a gas offre inoltre il vantaggio di poter essere collocato facilmente anche in un ambiente esterno all’abitazione, magari in veranda, sotto a un portico o ancora nella terrazza di un attico. Tale possibilità rende questo sistema di riscaldamento non solo funzionale ma anche decisamente impattante poiché tale collocazione contribuisce a rendere l’ambiente esterno ancora più suggestivo e piacevole, specie se rivestito di materiali di pregio quali la pietra o l’ardesia. Un piacere per gli occhi degli abitanti della casa, ma anche e soprattutto per eventuali ospiti.

Il camino a gas è inquinante?

Il camino a gas rappresenta un sistema di riscaldamento eco-sostenibile che riduce notevolmente l’impatto ambientale che di norma procura riscaldare l’ambiente domestico. Esso infatti presenta emissioni di C02 decisamente ridotte oltre a non produrre in alcun modo né polveri sottili né particolato, rispettando in questo modo tutti gli standard anti-inquinamento richiesti per la tutela dell’ambiente che ci circonda.

Quali sono di norma i prezzi dei caminetti a gas?

I prezzi dei caminetti a gas variano in funzione di molteplici fattori: dall’inserto scelto per uno specifico modello, ai materiali di rivestimento, senza dimenticare il livello di tecnologia impiegato nell’intero sistema. In media il prezzo di un caminetto a gas installato si aggira intorno ai 2500 – 3000€, anche se tuttavia i costi possono ovviamente lievitare in funzione di eventuali materiali alternativi impiegati per il rivestimento così come degli interventi strutturali necessari all’installazione stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.