Consigli pratici

Profumatori per bucato: indossa la tua fragranza preferita

Indossare gli abiti freschi di bucato è un piacere unico, una vera e propria coccola per l’anima e per i sensi. Sentire profumo di pulito addosso fa sentire bene, infonde serenità, è come un abbraccio, ma purtroppo questa sensazione spesso è destinata a durare poco.

L’odore naturale della pelle e quello degli agenti esterni, sono in grado di fagocitare quello del detersivo e dell’ammorbidente, annullando in pochissimo tempo l’effetto della profumazione, che inevitabilmente scompare.

Perché l’ammorbidente non rimane sui tessuti?

Per dare un sentore più persistente agli abiti e alle lenzuola, viene utilizzato l’ammorbidente insieme al detersivo, ma anche combinando questi due prodotti insieme, non si ottiene sempre l’effetto desiderato.

La spiegazione di tutto questo si ricollega al tipo di azione di questo tipo di prodotto sui tessuti, in quanto l’ammorbidente va solo a rivestire le fibre, e solleva i singoli filamenti, dando quindi l’impressione che il capo sia più soffice. Il profumo, dunque, non diventa tutt’uno con il tessuto e quindi evapora molto presto, sovrastato da altri odori presenti addosso, o nell’aria.

Per avere abiti e lenzuola profumati e freschi per molto tempo, i profumatori per bucato rappresentano la soluzione ideale e sono in grado di far durare più a lungo l’essenza sui tessuti.

Capi profumati per giorni

La differenza tra profumatore per bucato e ammorbidente sta nella consistenza, che nel primo caso risulta più concentrata, e quindi maggiormente ricca di oli essenziali, mentre invece nell’ammorbidente è più diluita. La presenza di una percentuale maggiore di essenza nei profumatori da bucato, consente alla fragranza di penetrare nei tessuti e rimanere nelle fibre anche per settimane.

Nonostante sia maggiormente concentrato, però, il profumo non risulterà mai invadente né fastidioso, e accompagnerà piacevolmente ogni movimento del tessuto, lasciando percepire l’essenza in modo gentile e gradevole.

Per distinguere la fragranza in modo netto, però, è consigliabile accompagnarla ad un detersivo dal profumo più neutro possibile, altrimenti le essenze rischiano di annullarsi tra loro.

Alcune piccole regole da seguire

Ma per ottenere il massimo da un profumatore per il bucato, è bene seguire alcune semplici regole, la prima riguarda l’asciugatura dei capi. Quando intendiamo togliere dai vestiti, o dai tessuti in generale, ogni possibile odore fastidioso, li esponiamo al sole e all’aria, in modo che questi evaporino, lasciandoli liberi da ogni olezzo molesto.

Ovviamente, tutto ciò vale anche se i capi sono stati trattati con un’essenza profumata: per effetto dell’aria parte dell’essenza, non tutta comunque, potrebbe essere portato via. Per impedire che ciò accada, è meglio stendere il bucato in casa, per avere un risultato davvero eccezionale e godere al meglio del profumo sul bucato.

Lavatrice e non solo

In virtù della loro composizione, inoltre, i profumatori per bucato possono essere utilizzati anche in modi differenti. Diluendo l’essenza con l’acqua, ad esempio, sono perfetti per cospargere di profumo i pavimenti della casa, oppure, ancora, sempre aggiunti all’acqua, possono essere spruzzati, con un contenitore apposito, su tende, tappeti e altri tessuti della casa, persino all’interno dell’armadio.

Vaporizzare l’acqua arricchita con un profumatore per il bucato, renderà gli abiti chiusi nel guardaroba immediatamente più freschi e piacevoli da indossare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.