Perle e perline

Tutte le migliori tecniche per creare gioielli fai da te

donna che fa gioielliL’estate sta finendo, l’autunno è alle porte, le giornate sono più lunghe, ed è il momento giusto per dare sfogo alla propria creatività e cimentarsi nella creazione di gioielli fai da te, piccole “opere d’arte” da sfoggiare oppure regalare.

Conosci le migliori tecniche per creare i gioielli fai da te? Se la risposta è no possiamo vederle nel dettaglio grazie ai consigli degli esperti di CPLFabbrika.com, portale specializzato nella vendita di prodotti per la creazione di bijoux fai da te.

Gioielli Fimo:

Una tecnica semplice e ad effetto per creare gioielli artigianali. Il fimo è una pasta polimerica modellabile, sintetica, che indurisce con il calore. Acquistare la pasta e lavorarla è molto semplice, con il fimo si possono realizzare, orecchini, ciondoli, collane, bracciali, anelli e persino spille. La pasta modellabile esiste in vari colori, con un po’ di esperienza e creatività si possono persino creare mix di vario genere.

Per la lavorazione servono le formine idonee, i gancetti, se si tratta di creare orecchini o ciondoli, ovviamente carta da forno e la disponibilità di un forno ventilato come quella da cucina. Occorrono anche la vernice lucidante e protettiva, un mattarello, colori e polveri di vario pigmento, pennarelli indelebili per alcune rifiniture o particolari, ed infine schemi di creazione che si possono inventare o perchè no cercare in rete.

Creare gioielli fai da te con la pasta fimo non è complesso, ed infatti basta preparare i vari pezzi del colore prescelto ed unire il tutto costruendo quello che si desidera. Importante è ricordarsi che la pasta è dura, dunque va impastata e lavorata con pazienza. Se invece si preferisce colorare da sé la pasta, allora si può pensare di utilizzare persino i trucchi da make up, per avere gioielli di colore perfettamente abbinabile con il resto del look. La lavorazione del fimo è facile, basta avere una certa dedizione ed in poco tempo, e con pochissima spesa, si realizzeranno collane ed altri gioielli veramente eccezionali.

Gioielli Soutache:

La tecnica dello soutache è forse una delle più antiche per chi ama i gioielli fai da te. Lo “Soutache” nasce in Francia nel 1800, riprendendo una lavorazione tardo medievale ungherese, derivante dai tessuti decorativi. Oggi la tecnica è molto utilizzata per la creazione di gioielli fai da te.

Per creare un gioiello soutache bisogna essere in possesso della piattina, ovvero il filo spigato che in genere si usa per decorare bordure. Ne esistono di infiniti colori, molto facili da trovare in commercio, e si possono scegliere di lana o di seta, di ryon o di lurex, tutto materiale idoneo e bello per preparare un gioiello particolare. In genere con questa tecnica è possibile inserire nella lavorazione cabochon, rivoli, perline, cammei, e per i più creativi non mancano schemi e progetti con bulloni e sassi, un ottimo modo per creare preziosi fantastici.

Gioielli Wire:

Altra simpatica tecnica per realizzare gioielli fai da te è il wire, facile da realizzare e dall’ottima resa. Si utilizza esclusivamente del filo metallico, e lo si lavora in modi più svariati. Per il wire serve indubbiamente molta manualità, attrezzi specifici e tanta fantasia. La tecnica non è difficile da imparare, è necessario però dotarsi di tronchesi e pinze, ed ovviamente dei fili, che possono essere fili di rame, acciaio, bronzo, ottone o argento, cioè tutto ciò che di metallico si può lavorare.

Queste sono le principali tecniche di lavorazione utili per creare bijoux con le proprie mani. Tutti i materiali che ti servono per realizzarle li puoi trovare nella sezione dedicata alla creazione dei bijoux su www.cplfabbrika.com/creazionebijoux.html, così da poter cominciare il prima possibile a rendere realtà le tue creazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.