Filo, stoffa, lana,  Tutorial

Tutorial: Il Gufo Di Feltro

Si avvicina l’autunno, e con questo le giornate che si accorciano e la necessità di impiegare i lunghi pomeriggi. Allora, cosa fare quando si resta in casa, magari con i bimbi? Per non farli stare troppo tempo davanti alla console dei videogiochi, In questa piccola guida trovi un tutorial per realizzare da te un colorato e simpatico gufetto di feltro, che puoi appendere alla porta per tenere lontani l’invidia e i pettegolezzi: secondo le leggende e la tradizione popolare, infatti, i gufi e le civette sono animaletti misteriosi e collegati con la magia, ma anche dei portafortuna molto potenti, e per questo proteggono la casa e i suoi abitanti allontanando le energie negative e le persone malevole.

Questo gufetto è molto semplice da realizzare e perciò può anche esser un’ottima idea per passare un divertente pomeriggio con i bimbi se il tempo è brutto, e in più è una perfetta soluzione per combattere la noia e lo stress! Dopo aver terminato il tuo piccolo capolavoro, poi, puoi personalizzarlo con un’etichetta per regalarlo a un amico speciale.

Pronti? Vediamo che cosa serve e come si realizza il gufetto di feltro.

Occorrente

  • Scampoli di feltro di vari colori, tra cui uno bianco e uno nero per gli occhi, e un giallo acceso per le zampe
  • Forbici
  • Colla a caldo per i tessuti
  • Ago e filo di lana di vari colori
  • Nastrino per appenderlo

Procedimento

  1. Ti serviranno circa cinque o sei scampoli di feltro di colori diversi. Per prima cosa raggruppa gli scampoli di feltro e decidi la scala di colori che vorrai dare al tuo gufo: autunnali, come verde scuro, arancio, beige, oppure accesi ed estivi per ricordare l ‘estate che se ne sta andando e portare gioia e allegria in casa. Oppure puoi mixare le stagioni e così i colori, scegliendo il contrasto!
  2. Lo scampolo più grande è quello che diventerà la testa del tuo gufetto. Ritaglia da questo due sagome da cucire poi insieme una sull’altra, che indicativamente avranno la forma di una testa di gatto, con due orecchie piccole in cima.
  3. Dal secondo scampolo, più piccolo, ritaglia un ovale da incollare sulla pancia del gufetto: sarà più particolare se sceglierai un colore decisamente in contrasto con quello del corpo, come ad esempio arancio e fucsia, o verde e viola, e così via. Dallo stesso scampolo puoi ricavare, sempre con le forbici, le due piccole ali del gufo che andranno cucite per i lembi ai lati del corpo.
  4. Con uno scampolo giallo ritaglia due cerchi uniti che saranno le basi degli occhi, e due piccoli cerchietti neri d quello, nero, che saranno le pupille. Si sa che i gufi hanno uno sguardo profondo e magnetico!
  5. Per ultimo, pensa al naso e alle zampette: noi ti consigliamo il giallo per ricavare entrambi, ma puoi decidere il colore che più ti piace e dare sfogo ala tua creatività!
  6. Ora è il momento di assemblare tute le parti: inizia realizzando la parte anteriore. Con qualche punto di filo di lana cuci il corpo sulla faccia, poi applica il tuo scampolo di feltro bianco, e le due palline nere per gli occhietti. Puoi ingentilire il gufetto, ad esempio facendolo diventare una gufetta, cucendo con il filo di lana nero delle ciglia ai lati degli occhietti.
  7. Ora è il momento di applicare il nasino al centro sotto gli occhi: il tuo gufetto sta per prendere forma!
  8. Ora prepara un pugnetto di ovatta per l’imbottitura e sovrapponi la parte anteriore con quella di dietro, cucendo il tutto lungi i bordi. Termina con le due piccole ali, che andranno applicate ai lati, e con le zampine, da inserire sulla parte posteriore per fare in modo che sbuchino davanti. Se vuoi creare un gufo ancora più colorato, usa il contrasto per i fili di lana, scegliendolo di colori in opposizione a quelli del corpo e della faccia.
  9. Per appendere il tuo gufo alla maniglia di una porta, alla finestra o a un armadio, ti basta cucire in cima un nastrino colorato.
  10. Et voilà! Il tuo simpatico gufo scaccia guai è pronto per anni e anni di serenità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.