Essere Mamma

Perchè devo sempre rinunciare io? #iperchèdellemamme

donna scoraggiataNon potevo non scrivere questo post per due motivi: il primo è che il tema mi riguarda di persona, il secondo è perchè me lo dicono tutte!!!!

Avete presente la storia antica che è l’uomo quello che lavora, che porta a casa i soldi e la donna è quella che deve badare alle faccende di casa e crescere i figli? Storia antica…….in teoria….. Nonostante i tempi siano cambiati, le alcune concezioni retrograde rimangono ancora.

Non so voi ma a me capita spesso di fissare un appuntamento dal dottore, dal parrucchiere o dall’estetista e prima di farlo controllo bene l’agenda , mi assicuro di essere libera e spero sempre che i figli non si ammalino altrimenti devo necessariamente spostare l’appuntamento.
Se invece è il  marito che deve prendere un appuntamento, secondo la vostra esperienza guarda l’agenda per vedere se i bambini sono a scuola o all’asilo oppure si assicura che ci sia qualcuno che li possa tenere ? No…..perchè tanto c’è la mamma che SICURAMENTE, senza ombra di dubbio è libera e disponibile.

Facciamo un altro esempio che non mi riguarda ma so che è comune a molte donne. E’ venerdì sera, l’uomo ha il calcetto, la donna ha la ginnastica. La baby sitter è prenotata per un’ora, capita che il bambino si ammali, chi rinuncia ad uscire? Il papà o la mamma? Non serve che dia la risposta è scontata purtroppo.

Dopo la gravidanza con l’arrivo di un figlio la vita sociale cambia radicalmente per entrambi ma a subire di più questo cambiamento è la donna; all’inizio lo si accetta senza problemi anzi è stupendo stare con il proprio fagottino in braccio, ma dopo un paio di anni  ( forse anche prima) torna anche nella donna l’esigenza di uscire, di prendersi degli spazi propri. Il punto è che l’uomo nel frattempo ha continuato la sua vita facendo anche lui delle rinunce ma non così sostanziali come la donna e ora come si fa a fargli capire che  qualche rinuncia in più la deve per forza fare anche lui?

Sono moltissime le donne che per scelta dopo l’arrivo del primo figlio abbandonano il lavoro ma in questo caso è una loro scelta che rispetto; ma sono moltissime anche le donne che sono costrette a licenziarsi perchè non hanno aiuti oppure rinunciano alla carriera e alla crescita professionale. Purtroppo sono moltissime anche le donne che vengono licenziate dopo la maternità…….L’uomo lavorativamente parlando non fa grandi rinunce, continua a lavorare , fa la sua bella carriera e non viene penalizzato dal capo. Bella differenza!

Purtroppo non ho la bacchetta magica ma il dialogo funziona sempre, fate capire al vostro lui che anche voi avete bisogno dei vostri momenti di libertà e che questa libertà farà bene anche alla coppia.
E’ dura, durissima ma donne proviamoci e non rinunciate alla vostra vita!

i perchè_frase

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.