Dolci,  Natale

5 idee per decorare con estro e fantasia, buon gusto e creatività i vostri dolci di Natale

Il Natale si sta avvicinando inesorabilmente. È il momento più magico dell’anno, e non solo per i più piccoli. Insieme alle luci, agli addobbi e ai regali, in questo periodo per le strade, dai laboriosi forni e dalle case, arrivano fragranti profumi che ci coccolano l’olfatto. I dolci natalizi insieme alle portate della tradizione saranno i protagonisti delle nostre tavole. Per poter rallegrare anche l’occhio non solo il palato, abbiamo pensato di proporvi delle idee su come decorare i vostri dolci, per le ricette vere e proprio invece, potete prendere ispirazione da questa raccolta di dolci natalizi.

Dal più tradizionale panettone ad una crème brûlée raffinata ed elegante, oggi vi suggeriremo come portare in tavola, oltre che una dolcissima bontà, anche uno spettacolo scenografico che conquisterà tutti i vostri ospiti. La decorazione dei dolci natalizi è un aspetto davvero molto divertente di queste feste che metterà alla prova tutta la creatività che c’è in voi. Procuratevi chicchi di melograno, frutti di bosco, zucchero semolato, bacche, agrifoglio, alchechengi e sbizzarritevi.

Il panettone

Il dolce natalizio per eccellenza, il panettone, quest’anno lo servirete con una nota agrumata e fresca in più che servirà anche come interessante contrasto gustativo. Infatti, le fette di panettone arriveranno in tavola cosparse di tante piccole palline di gelatina al mandarino.

Ingredienti:

  • 1,5 kg di mandarini;
  • 20 g di gelatina in fogli;
  • 8 rametti di ribes;
  • 1 albume;
  • 60 g di zucchero.

Fate ammorbidire la gelatina in acqua fredda, strizzatela e mettetela in una pentola con il succo di 1 kg di mandarini filtrato. Mescolate e lasciate intepidire. Versate sul fondo di tanti stampini da ghiaccio a forma sferica uno strato di gelatina, aggiungete i chicchi di ribes e ricoprite con altra gelatina.  Lasciate riposare in frigorifero per almeno 6 ore. Per la decorazione, pulite i ribes rimasti, spennellateli con l’albume e passateli nello zucchero semolato. Lasciateli in freezer per 15 minuti circa e otterrete un effetto brinato molto scenografico. Tagliate a fette il panettone, decorate ogni fetta con i rametti di ribes brinato e aggiungete, qua e là, qualche semisfera di gelatina di mandarini.

La crème brûlée

La crème brûlée è un classico dolce al cucchiaio che presenta sulla superficie una deliziosa crosticina croccante di zucchero semolato. Dunque, nonostante la sua consistenza morbida, vi regala una base per sbizzarrirvi con decorazioni natalizie bellissime. Il profumo della crème brûlée è quello inconfondibile della vaniglia, un aroma che si impadronisce di questo dolce e lo rende unico. Ed è dalla vaniglia che potete partire per decorare la vostra crème brûlée e portarla in tavola come dessert il giorno di Natale.

Prendete un baccello di vaniglia intatto e immergetelo in un albume sbattuto, spolverizzatelo con lo zucchero semolato e mettetelo in freezer per circa 4 ore. Trascorso questo tempo, riprendetelo e sistematelo sulla superficie di una cocotte di crème brûlée. Aggiungetevi un grappolo di ribes rosso, qualche ciuffo di panna montata e servite.

La cheesecake

Non è Natale se in casa non si sente forte il profumo dello zenzero e della cannella e saranno questi gli ingredienti della vostra cheesecake, da decorare con coloratissimi alchechengi. Quindi, andate subito dal vostro fiorista di fiducia e prendete questi simpaticissimi frutti decorativi.

Ingredienti

  • 250 g di farina
  • 80 g di burro
  • 2 cm di zenzero fresco
  • 1 cucchiaio raso di cannella
  • noce moscata
  • 2 chiodi di garofano
  • 120 g di ricotta
  • 120 g di formaggio cremoso
  • 6 g di zucchero a velo
  • 2 uova

Preparate il composto con farina, burro, zenzero, cannella, noce moscata e chiodi di garofano in polvere e stendetelo in uno stampo a cerniera. Infornate a 180° per 15 minuti e preparate la farcia montando ricotta e formaggio cremoso con lo zucchero e le uova. Sfornate la base, farcitela e infornate per altri 20 minuti. Lasciate raffreddare e trasferite la cheesecake in frigo per 8 ore.

Decorate con 3 alchechengi al centro e rametti di vischio tutto intorno alla vostra cheesecake natalizia.

La Pavlova

La Pavlova è un dolce particolarmente scenografico che si sente a proprio agio sulla tavola del Natale. Il suo bianco candore lo rende adatto a decorazioni in contrasto cromatico che regalino immediatamente un’aria di festa.

Una volta composto il nido, farcitelo come preferite, scegliendo tra crema pasticcera, crema chantilly, gelato o panna. Decorate il bordo del nido con frutti rossi, fino a raggiungere il centro con fragoline di bosco, more, ribes, lamponi e distribuite a caso, cercando di dare alla composizione un ordine distrattamente ordinato. Alternate i frutti rossi con foglioline di menta brinata e prima di portare il dessert in tavola, cingetelo con un nastro rosso di circa 4 cm di larghezza che fermerete chiudendolo con un fiocco perfetto.

Il pandoro

Se ogni anno rinunciare al pandoro vi sembra un’eresia ma non volete servirlo semplicemente cosparso di zucchero a velo, l’idea di quest’anno è di presentarlo in tavola arricchito da una decorazione di oro.

Ebbene sì, servirete ai vostri ospiti il pandoro più elegante di sempre. Dovrete utilizzare l’oro alimentare in fiocchi che, pur essendo insapore, aggiungerà un tocco di classe al vostro dessert.

Per fornire alla decorazione il giusto contrasto, preparate una ganache di cioccolato e versatela sulla cima del pandoro, lasciando colare il cioccolato sulle pareti del dolce. Lasciate che si rapprenda e spolverizzate con l’oro in fiocchi, cercando di inserirlo anche sui lati. Per dare un tocco di colore in più, potete aggiungere sul pandoro un rametto di ribes rossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.