Natale,  Primi piatti

Natale in cucina con Cortilia: Passatelli in brodo

 

Passatelli in brodo

passatelli in brodo

Ogni piatto della tradizione popolare ha precise radici geografiche. In questo caso parliamo della provincia di Pesaro Urbino, sebbene la diffusione dei passatelli, nelle più ricche varianti, sia da ricondurre anche a tutto il territorio Emiliano e Romagnolo. Associare questo piatto al Natale non vuole essere una provocazione, tanto più una forzatura di nobilitazione di quello che è un esempio di piatto povero, addirittura poverissimo. Piuttosto, vuole essere un invito ad apprezzare la semplicità, quella “semplicità difficile a farsi”, che solo il clima e l’atmosfera natalizie possono risollevare. Pochi gli ingredienti, minimi i passaggi per realizzarli, tanta la buona volontà, immensa la cura nella selezione delle materie prime, infinita la bontà del piatto finale, colossale la soddisfazione dei  commensali.

ingredienti passatelli in brodoIngredienti:

Carni a scelta
Cipolla
Sedano
Carote
Patate
Chiodi di garofano
Sale
3 uova
150 gr di Parmigiano Reggiano
150 gr  di pane grattugiato
Noce moscata
Limone
Sale

Procedimento

Anzitutto il brodo, e che brodo. Ognuno lo prepari come meglio crede. Il suggerimento è di mescolare più carni, ad esempio un pezzo di gallina o pollo, il biancostato di manzo, la testina, a cui aggiungere cipolla, sedano, carote, patate, chiodi di garofano, sale. Deve cuocere a fiamma contenuta almeno 4-5 ore.

Per l’impasto occorrono uova freschissime (3), Parmigiano Reggiano (150 gr), pane grattugiato (150 gr), un pizzico di sale, una grattata di noce moscata e una di buccia di limone. Si mescola tutto e si fa rapprendere per almeno mezzora in frigorifero.
Con uno schiacciapatate a buchi larghi si fa scendere l’impasto direttamente nel brodo bollente. Si cuoce per circa un minuto e il piatto è pronto.

Questa ricetta è consigliata da Cortilia: www.cortilia.it

Cortilia è una piattaforma online per l’acquisto di prodotti agroalimentari dagli agricoltori e dagli allevatori locali. È stata la prima realtà a mettere in contatto consumatori e agricoltori locali per fare la spesa come in campagna: in un click, porta a domicilio frutta e verdura fresche di stagione, ma anche formaggi freschi, pane, carne bovina, pollame, salumi e affettati, marmellate, conserve, dolci, uova, farina, vino e birra artigianale, coltivate in modo sostenibile dalle aziende agricole vicine agli utenti. Cortilia è una startup italiana innovativa, nata a gennaio 2011 dall’intuizione di Marco Porcaro (fondatore) di ricreare virtualmente tanti mercati locali dove domanda e offerta si possono incontrare senza costosi intermediari. A oggi, Cortilia ha raccolto la fiducia di investitori quali P101, il fondo di Seed Digital Investments Sca Sicar, Boox, Club Italia investimenti e alcuni Business Angels.

Cortilia porta la buona tavola anche sotto l’albero. Dopo il successo dello scorso anno, l’e-commerce della filiera corta torna a “impacchettare” benessere e gusto in una cassetta di frutta e verdura, offrendo buoni da regalare ad amici e parenti per l’acquisto di prodotti agroalimentari artigianali locali. Un pensiero originale dedicato a tutti gli appassionati del gusto e della buona cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.