Le interviste di Chiara Consiglia

Intervista a Ester di Coccole dietro l’angolo

Guardando le foto delle tue creazioni , la tua passione è sicuramente il cucito creativo, rivolto soprattutto al mondo dei bambini. Da dove è nata questa tua passione?

La mia passione per il cucito è nata un po’ per gioco.
Ho iniziato a tenere in mano ago e filo intorno ai 12 anni, quando mia nonna mi propose di seguire un corso di ricamo, di quelli che si tengono in parrocchia. Ed ho continuato a ricamare per molti anni.
Poi, dopo la nascita di mio figlio, e con il conseguente minor tempo per ricamare, desideravo poter avere qualcosa che velocizzasse almeno il confezionamento su cuscini o coperte.
Così mio marito a Natale del 2011 mi ha fatto trovare sotto l’albero la mia prima macchina da cucire.
Con quella ho confezionato il mio primo cuscino (con tanto di cerniera per la federa), che ho regalato al nostro nipotino.
E da lì poi mi si è aperto il mondo del cucito creativo. Cercando qualche tutorial per applicare la cerniera, ho scoperto un sacco di video su youtube che insegnavano a cucire di tutto e di più.
Poi mi son decisa anche ad aprire un blog, e lì ho trovato un altro grande mondo fatto di creative che sapevano cucire piccoli e grandi capolavori. E me ne sono innamorata, ed ho desiderato imparare sempre di più per migliorarmi ogni giorno ed arrivare pian piano al livello delle migliori creatrici. (e ancora ne ho di strada da fare per raggiungere i loro livelli…).

Qual è l’articolo più richiesto dalle tue clienti? E qual è stata la richiesta più strana che ti è stata fatta?

12440486_996833887048703_1185758952994489886_oL’articolo più richiesto al momento sono i quiet books. Sembra che i genitori (soprattutto le mamme) impazziscano per questi libricini di stoffa, che ho scoperto da poco essere di ispirazione montessoriana.
Posso dire che le richieste degli ultimi 6 mesi (e per il prossimo anno) sono state quasi esclusivamente per i quiet books.
Prima di questi ho avuto molte richieste di sacchettini con riso e lavanda da usare per le terapie del caldo e del freddo, o anche di bavaglini e orsetti per i neonati.
Diciamo che dipende dal giro di persone che di volta in volta passano a visitare la mia pagina. Dal motivo che le spinge a guardare le foto delle mie creazioni. Ed io mi adeguo (anche se al momento un po’ mi manca creare anche qualcosa di diverso ogni tanto :o) )

Per quanto riguarda le richieste strane, ne ho ricevute due o tre. Diciamo che erano richieste di personalizzazione delle mie creazioni un po’ troppo particolareggiate, che quindi rendevano quasi impossibile la realizzazione. Più che altro è stato complicato riuscire a far accettare alle committenti il fatto che per me fosse impossibile fare quello che mi chiedevano per filo e per segno.
Il mio obiettivo è sempre quello di soddisfare le richieste di chi mi contatta, però ovviamente nei limiti delle mie capacità e anche delle mie risorse.

C’è qualcosa che ami in particolare realizzare?

Essendomi “specializzata” soprattutto in creazioni per bimbi, le cose che amo realizzare di più sono le bambole e i pupazzi.
Mi piace immaginare l’espressione dei bimbi che le ricevono e pensare che saranno felici di avere qualcuno da coccolare e da tenere accanto a sé tutte le volte che vorranno un amico speciale.

12043035_959269857471773_4049287461492737474_n

Come molte amiche di Chiara Consiglia, anche tu sei una mamma, qualche consiglio da darci per trovare il tempo  e lo spazio per dedicarci ai nostri hobbY’

Come ho detto prima, ho iniziato a coltivare questa mia passione per il cucito dopo la nascita di mio figlio.
In seguito a questo cambiamento nella mia vita e nella nostra famiglia, ho scelto di non tornare a lavorare almeno finchè mio figlio non avesse cominciato l’asilo, pensando che comunque questo sarebbe rimasto un hobby da coltivare nei ritagli di tempo.
Invece poi le cose sono andate diversamente ed anche le richieste per le mie creazioni sono pian piano aumentate. Così, anche grazie a mio marito, che ha sempre creduto in me e nella mia scelta e mi ha spronata a continuare nonostante tutto, ho definitivamente deciso di fare del cucito creativo il mio secondo “lavoro” dopo quello di mamma a tempo pieno.
Il mio consiglio è quello di trovare un angolino della casa in cui poter tenere sempre a portata di mano tutto il12373279_996852343713524_5701844710894980135_n necessario, perché il tempo per dedicarsi al proprio hobby per una mamma è sempre quel piccolo tempo extra che ci avanza dopo aver riordinato la casa e dopo esserci coccolate i nostri bimbi. Quindi se abbiamo tutto sottomano, sarà più facile usare il poco tempo che ci rimane per creare solamente, senza dover sempre organizzare i vari materiali prima di inizare. Basta anche una stanzetta o un semplice mobile in cui poter ritrovare immediatamente tutti i nostri materiali.
Poi ovviamente il caos inizierà a regnare sovrano anche (e soprattutto) nel nostro angolo creativo. Ma quello è il “rischio del mestiere”, e fa anche parte del bello di essere mamme creative: donne con mille idee e poco tempo per realizzarle.

Dove ti possiamo trovare on line?

Ho sia un blog che una pagina Facebook.
Nel blog ormai non scrivo quasi più, per motivi di tempo, ma potrete leggere il racconto dei miei primi passi in questo mondo e vedere le mie prime creazioni (così vi renderete conto di che disastri combinavo)
E lo trovate a questo indirizzo:coccoledietrolangolo.blogspot.it
Spero di poter trovare di nuovo il tempo per riprenderlo in mano, perché a volte mi manca avere un po’ di spazio extra in cui poter raccontare come nascono le mie creazioni.
La pagina Facebook invece è quella più aggiornata e quella che uso di più, perché ho notato che è maggiormente fruibile e mi permette di raggiungere molte più persone.
L’indirizzo della pagina è questo: www.facebook.com/coccoledietrolangolo
Le appassionate di Pinterest possono trovarmi anche lì, all’indirizzo: www.pinterest.com/mogliettina o con il nome Ester Tessarolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.