Erboristeria

Bardana : il depurativo generale che combatte le dermatiti

Il suo nome latino è Arctium lappa L. e appartiene alla famiglia delle composite, questa pianta rustica cresce spontanea nei prati e lungo le carreggiate delle zone temperate d’Europa.

Dal punto di vista descrittivo la Bardana è una pianta alta dai 50 cm fino a 2 metri, con fusto robusto e foglie larghe dalla caratteristica forma a cuore lunghe fino a 40 cm verdi sopra e grigio-vellutate sotto. Il fiore si presenta raccolto in una infiorescenza definita corimbo di capolini, sferici e uncinati, in cui ciascun fiore ermafrodita presenta petali viola.

L’estratto fluido di questa pianta si ricava dalle radici raccolte in autunno o in primavera a seconda dell’età della pianta .

BardanaOriginaria sia dell’Europa che dell’Asia, la bardana è da sempre utilizzata nella medicina cinese e occidentale come disintossicante con un ruolo particolare in tutti i tipi di problemi dermatologici proprio grazie alle proprietà antibiotiche, diuretiche e amare. Ha una fortissima capacità eliminativa, ciò significa che aiuta le cellule dell’organismo a drenare le tossine favorendo il passaggio dal citoplasma cellulare al fluido interstiziale dal quale successivamente passano nel sangue. Questo è il motivo principale per cui è sempre bene associare la Bardana ad altre piante officinali come il tarassaco il quale, oltre ad azione depurativa, dimostra una forte attività drenante utile ad eliminare le tossine liberate dalla bardana nel sangue attraverso i principali emuntori: fegato e reni.

Questo meccanismo d’azione è il principale responsabile degli eventuali aggravamenti terapeutici a cui si può andare in contro utilizzando questo estratto da solo e in forti dosaggi.

Una terapia progressiva, perciò, è il modo migliore di utilizzare l’estratto di bardana al fine di ottenere risultati sicuramente meno veloci ma con un minore rischio di aggravamento della problematica dermatologica e una minore presenza di tossine nel sangue con un risultato più intenso e duraturo. Si può così pensare di iniziare il trattamento con 1 ml di estratto fluido alla settimana associato ad un dosaggio normale di tarassaco o pilosella per poi incrementare progressivamente il quantitativo di Bardana.

Tra le principali indicazioni all’uso di questo estratto troviamo perciò molti problemi della pelle, sia acuti che cronici, quali acne, foruncolosi, ascessi, eczemi e psoriasi oltre ad essere particolarmente utile nel favorire l’eliminazione degli acidi urici (gotta), nelle infiammazioni articolari e nel trattamento delle urine acide e concentrate.

Dott.ssa Antonietta Festa

www.Farmaverde.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.