Erboristeria

Melissa Officinalis: contro ansia e digestioni lente

Nonostante non sia proprio tipica di questa stagione, il post di questa settimana ho voluto dedicarlo alla Melissa Officinalis.

Ciò che mi ha spinto in questa scelta sono proprio le interessanti proprietà che la rendono un valido aiuto per disturbi quali ansia, difficoltà digestive e meteorismo.

Ogni giorno noto come questi problemi, spesso connessi, siano particolarmente diffusi in questo periodo dell’anno. Probabilmente l’avvicinarsi delle festività ci spinge ad aumentare un po’ il ritmo sul campo lavorativo mentre le feste, se per alcuni sono fonte di “ansia da parenti” per altri diventano un vero e proprio lavoro in più.

Vogliamo poi parlare di alimentazione? Dell’esigenza del nostro corpo di proteggersi dal freddo “costringendoci” piacevolmente ad eccedere in proteine, grassi e cibi troppo elaborati?

Eh si, care lettrici, ora capite perché dicembre è il  mese della Melissa, anche se in realtà si raccoglie nel pieno della sua fioritura in estate.

unnamedQuesta profumatissima pianta officinale, conosciuta anche con i nomi di “erba cedrina” o “erba limona” è un erbacea alta non più di 80 cm con fusti ramosi angolosi e caratterizzata da foglie ovate-cuoriformi con margine dentato. Molto ricca di olio essenziale, è possibile riconoscerla proprio stropicciando le sommità; un delicato aroma aggrumato come di cedronella vi rimarrà tra le mani! In estate produce fiori tipici della famiglia delle Labiate, a cui appartiene, che assumono colore giallo prima della fecondazione per diventare bianchi o rosati dopo la fecondazione.

A livello erboristico di questa pianta si usano le parti aeree ricche di olio essenziale, flavonoidi, polifenoli (glicosidi dell’acido caffeico e rosmarinico, tannini, acido protocatecuico) e triterpeni (acido ursolico e pomolico). Sono proprio questi componenti a conferire le interessanti proprietà che rendono la melissa da sempre conosciuta e utilizzata per alleviare la sintomatologia della sindrome del colon irritabile, le difficoltà digestive dovute a carenza di bile, gastriti, nausea e vomito, ansietà, insonnia, tremori, tachicardia e vertigini psicogene.

Una preparazione storicamente molto famosa, e utilizzata fin dal XVIII secolo per beneficiare al meglio delle proprietà coleretiche spasmolitiche e sedative della melissa, è “l’acqua di melissa” preparata da alcoolato ottenuto per distillazione dall’estratto alcolico della droga, tradizionalmente preparata dai Carmelitani Scalzi di Venezia. Oggi questa preparazione non sempre si riesce a trovare con facilità ma, per sfruttare le proprietà di questa interessantissima pianta ,è sufficiente preparare un infuso delle foglie semplicemente facendo bollire una tazza d’acqua alla quale si aggiungerà, a fuoco spento, un cucchiaio di foglie di melissa essiccate. Si consumano 2 o 3 tazze al giorno dopo i pasti principali sia per beneficare dell’azione ansiolitica e sedativa, sia per l’attività digestiva e spasmolitica della muscolatura liscia intestinale.

A livello cosmetico, invece, potrete beneficiare di un’attività antinfiammatoria, antirossore, calmante e lenitiva simile a quella della camomilla. Per sfruttare queste proprietà sarà sufficiente utilizzare l’acqua distillata di melissa come tonico o preparare impacchi con le parti aeree intingendo nell’infuso della pianta una garza di cotone.

 

Dott.ssa Festa Antonietta

www.farmaverde.it

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.