Erboristeria

Rosa canina, l’immunostimolante ricco di vitamina C

E’ la nostra rosa selvatica, la Rosa Canina, tipica della macchia mediterranea e per ciò molto diffusa in tutti i boschi italiani e tra le siepi delle zone rurali.

Si presenta sotto forma di arbusto spinoso, di altezza massima 3 metri, caratterizzata da spine rosse e ricurve, foglie composte da 5-7 foglioline, ovali o ellittiche, con margine dentato. I fiori sono singoli o riuniti in numero di 2-3, con petali di colore rosa, bilobati e poco profumati.

Ma la parte della pianta più conosciuta per per le virtù medicinali, è proprio la bacca rossa, ovvero il falso frutto derivante dall’ingrossamento del ricettacolo, a possedere un’elevata quantità di vitamina C, beta-carotene, flavonoidi, pectine, tannini e antociani.

Dog rose tea (Rosa canina)Sono quindi le bacche mature, raccolte in tardo autunno, svuotate e quindi costituite dalle sole bucce, frantumate ed essiccate, a rappresentare la parte della pianta più ricca di principi attivi.

Dal sapore dolce e gradevole, questa pianta officinale è da sempre utilizzata per preparare infusi e decotti, marmellate, sciroppi oltre che dolci zuppe e gelatine. Il sapore gradevole è spesso il motivo per cui si associa ad altre piante officinali con lo scopo di conferire alla preparazione colore e gusto gradevole.

Chiamata rosa “canina” proprio per il suo impiego tradizionale come rimedio per curare la rabbia, questa pianta è da sempre storicamente utilizzata, non solo come fonte di vitamina C,  ma anche come rimedio naturale per altre problematiche.

Innanzitutto, grazie alle sue componenti, è uno degli immunostimolanti più interessanti, capace di aiutare l’organismo a prevenire influenza e raffreddore. Il responsabile di tale attività è  l’unione della vitamina C ad altri principi attivi tra i quali i carotenoidi e i flavonoidi che rispetto alla sola vitamina agiscono in maniera sinergica potenziando e migliorando l’attività dell’acido ascorbico.

Tra le altre virtù si annoverano invece l’attività diuretica; antinfiammatoria, particolarmente utile in caso di ulcere, spasmi e problemi allo stomaco; astringente e antidiarroico; utilissimo nella prevenzione delle calcolosi biliari. Utilizzato anche nelle convalescenze, la rosa canina, grazie all’attività immunostimolante, astringente e vitaminica, si dimostra particolarmente utile in caso di debilitazione derivante da influenza e virus intestinali.

Per rendere disponibile i principi attivi è sufficiente il semplice infuso preparato mettendo in acqua bollente 1 cucchiaio da minestra di frutti essiccati e lasciando riposare per 15 minuti. Si assumono 2 o 3 tazze al giorno.

A livello cosmetico, grazie alla presenza di beta-carotene (pro-vitamina A) è indicato nella prevenzione di rughe, invecchiamento ed eritema solare.

Potete facilmente utilizzare le bacche avanzate dalla preparazione dell’infuso per preparare una maschera anti-age semplicemente frullando la rosa canina con olio di Argan oppure con olio di Rosa mosqueta. Potrete aggiungere farina di avena per addensare oppure panna da cucina biologica per fluidificare il composto.

Per realizzare un bagno tonificante serale, invece, basterà far bollire in un pentolino d’acqua 50 grammi di bacche di rosa canina che poi aggiungerete all’acqua del bagno insieme a 3 cucchiai di bicarbonato e 3 di sale grosso marino integrale.

Dott.ssa Antonietta Festa

www.farmaverde.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.