Erboristeria

Semi di Chia: una miniera di nutrienti tutta vegetale!

semi di chiaRecentemente divenuti famosi, questi preziosi semi si ricavano da una pianta nativa del Centro e Sud America denominata Salvia Hispanica, molto diffusa e spontanea soprattutto in Bolivia e Messico.  Ancora poco conosciuta in Europa, questa particolare varietà di salvia sta facendo parlar di se proprio grazie alla sua straordinaria ricchezza di nutrienti.

A stupire è in particolare l’elevato contenuto di Calcio per il quale pare che 100 grammi di semi di Chia siano in grado di apportare ben 600mg,  in pratica 5 volte più del latte,   di questo interessante minerale indispensabile per la salute delle ossa e la prevenzione dell’osteoporosi.

E pensare che credevamo che si potesse integrare il calcio solo attraverso il latte e i latticini, in molti casi sconsigliati e non idonei all’alimentazione quotidiana a causa del loro potere pro-infiammatorio e per la ricchezza di colesterolo e grassi dannosi per l’apparato cardio-vascolare.

E a proposito di patologie legate alla circolazione e al cuore, l’altro motivo, per importanza, che a reso “famosi” questi semi sono proprio gli Omega3 e gli Omega 6 presenti in rapporto ben bilanciato e in quantitativi 8 volte superiori rispetto al salmone e al pesce azzurro.

All’interno del nostro organismo questi acidi grassi svolgono funzioni benefiche come l’incremento dei valori HDL, le famose navette che ripulisce le vene trasportando il colesterolo dal circolo sanguigno al fegato dove può essere trasformato, utilizzato oppure, grazie alle opportune integrazioni, eliminato.

Il giusto rapporto tra Omega 3, 6 e 9 è oltretutto alla base della protezione nei confronti dell’aterosclerosi, della riduzione delle infiammazioni e della salute del sistema nervoso, essendo i costituenti principali delle membrane cellulari soprattutto delle cellule nervose.

Ma i benefici dell’integrazione di questi semi nell’alimentazione quotidiana non finisce qui!

I semi di chia sono un ottimo multiminerale proprio grazie alla presenza di 2 volte il quantitativo di potassio conntenuto nelle banane, 15 volte il contenuto di magnesio dei broccoli e 3 volte il quantitativo di ferro apportato dagli spinaci; oltre a vari oligoelementi quali zinco e fosforo.

Se lasciato macerare in acqua, analogamente al lino e allo psillio, i semi di Chia assumono 9 volte il loro peso  in acqua creando una mucillagine ideale per regolarizzare, proteggere e ripulire l’intestino pigro.

Un’altra curiosità sui semi di Chia riguarda il loro potere antiossidante.

Sembra, infatti, che nonostante non posseggano un colore sgargiante, come tipicamente avviene nei frutti ricchi di polifenoli e sfruttati per la loro azione anti-age, i semi di Chia detengono un potere antiossidante particolarmente forte misurato con l’indice ORAC per un valore pari a 8.200 ovvero quasi 3 volte e mezzo superiore ai mirtilli (ORAC 2.400 sui 100g)!!!

Insomma non resta che assaggiarli!

Grazie al loro gusto neutro possono essere impiegati sia per preparazioni dolci che salate.

Si consiglia di assumere 1 o 2 cucchiai al giorno nell’insalata, nelle minestre, insieme ai cereali della colazione, oltre che in preparazioni casalinghe come pane, dolci, pasta e biscotti.

Dott.ssa Antonietta Festa

www.farmaverde.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.