Fashion

Le afte: valutiamo i rimedi più efficaci per curarle

Almeno una volta nella vita vi sarà capitato di soffrire per la comparsa di una fastidiosa ulcerazione all’interno della bocca.

Le piaghe che si possono formare su lingua, palato, gengive, ma anche all’interno delle guance o delle labbra, sono conosciute con il nome di afte e possono provocare un dolore anche molto intenso.  Chi lo ha provato lo ricorda sicuramente, considerando che la ricerca di un rimedio diventa pressante e a nulla vale provare a bere, mangiare o a sciacquare con la sola acqua la bocca per rallentare il dolore.

Le afte incidono sulle terminazioni nervose, per questo procurano un fastidio pressante che può far perdere la concentrazione, togliere l’appetito, creare difficoltà anche semplicemente aprendo la bocca per parlare.

Il dolore non sembra aver un termine a partire dai primi sintomi, che mettono in luce arrossamenti e gonfiore, per poi sfociare in piccole piaghe che, in condizioni di particolare infiammazione, provocano anche sanguinamento.

Le cause e l’origine delle afte

Sulle cause, l’origine e i meccanismi che provocano questa specifica infiammazione, i medici non si sbilanciano molto, non avendo certezze su quali sono i motivi scatenanti.  Sulla comparsa delle afte il comparto medico azzarda soltanto alcune ipotesi quali la concomitanza di episodi di particolare stress psicofisico, la carenza di vitamine o di minerali, la diminuzione delle difese immunitarie o la presenza di infezioni virali.

I rimedi più efficaci per combattere le afte

Per trattare le afte si possono rivelare un autentico toccasana le sostanze naturali o l’utilizzo di medicinali in formula spray, in collutorio o gel. Per averne provato i benefici di persona io consiglio l’applicazione in gocce di Alovex gel.

Se non avete a disposizione un medicinale potete comunque pensare a soluzioni alternative che arrivano direttamente dalla natura, oppure a ingredienti che sicuramente avete in cucina.

Combattere le afte è possibile grazie all’efficacia dell’aglio, che vanta proprietà antivirali e ha un elevato potere disinfettante. E’sufficiente tagliare uno spicchio e passarlo direttamente sulle afte per pochi secondi e diverse volte al giorno. I risultati sono assicurati.

Un aiuto concreto ci arriva anche dal bicarbonato da sciogliersi in acqua per uno sciacquo in grado di eliminare l’infiammazione, oppure applicato direttamente sull’afta e poi rimosso dopo pochi minuti.

In cucina sicuramente disporrete del sale, che in caso di necessità può sostituire il bicarbonato garantendo gli stessi risultati antinfiammatori. Potete scegliere di sciogliere il sale nell’acqua, da utilizzarsi per fare benefici sciacqui dopo i pasti, e la sera prima di andare a dormire, oppure decidere di applicare una grana di sale grosso direttamente sull’afta per un minuto circa.

Un aiuto concreto dalla natura

Fra i rimedi naturali non manca l’uso del tè nero. Una volta preparato l’infuso ad essere utilizzata sarà la bustina, da collocare sull’afta. Il tè ha proprietà cicatrizzanti che garantiscono una soluzione efficace. Ad accelerare il processo di guarigione contribuiscono anche l’olio di cocco, l’olio di tea Tree, la Propoli,l’Aloe Vera, perfetta quella da utilizzarsi in gel, e tutta una serie di erbe immunostimolanti fra cui spiccano l’astragalo e l’echinacea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.