Fashion

Mal di schiena: sport sì o sport no?

Consigli e rimedi per alleviare il mal di schiena

Come ben sappiamo, il principale obiettivo di qualsiasi programma di esercizi, che sia un semplice allenamento o che sia rivolto alla pratica agonistica – è rivolto al mantenimento di un corpo efficiente e in salute. Sono veramente molti i benefici che si possono ottenere da una costante pratica sportiva: dall’elasticità muscolare alla migliore circolazione, dal rafforzamento del sistema immunitario alla riduzione dello stress, il nostro organismo può trarre davvero grandi vantaggi dall’allenamento costante. Ma cosa succede quando soffriamo di dolori alla schiena? Come alleviare il mal di schiena? Lo sport può aiutare o c’è il rischio concreto di peggiorare la situazione? A queste e ad altre domande cercheremo di dare una risposta nelle righe che seguono, tenendo sempre conto, però, dell’importanza di una diagnosi di uno specialista: il parere di un esperto, infatti, non può in nessun caso essere sostituito da un’autovalutazione, specialmente quando i problemi sono di una certa entità e si rischia di farsi inutilmente del male.

Da un lato, infatti, migliorare l’elasticità muscolare e rinforzare le articolazioni – benefici primari di una corretta attività fisica – contribuiscono senza dubbio a mantenere una buona postura sia in posizione eretta sia seduti e sono di fondamentale importanza nel processo di protezione della colonna vertebrale da urti e sforzi eccessivi. La postura scorretta, in particolare, è una delle prime cause dei disturbi alla schiena; è difficile da sistemare senza un intervento specifico, che si traduca in un’attenzione quotidiana alla posizione delle spalle e dell’asse scheletrico in generale. Lo sport, in questo caso, costituisce un mezzo veloce e sicuro per rimediare ad eventuali difetti che derivano da una posizione scorretta, soprattutto quando sediamo su poltrone e divani.

Attenzione però: non tutti gli sport hanno la stessa efficacia; alcuni sono addirittura sconsigliati per soggetti particolarmente sensibili o con problematiche specifiche. È infatti sempre necessario tener presente i criteri con i quali scegliere lo sport più indicato alle proprie condizioni di salute, e – una volta che si inizia – praticare l’attività fisica con cognizione di causa, in modo costante e regolare e soprattutto avendo cura di non oltrepassare i limiti imposti dalle condizioni fisiche di ciascun organismo. In generale, tuttavia, la correzione degli squilibri muscolari che lentamente si persegue attraverso lo sport migliora la distribuzione del peso del corpo sui dischi intervertebrali, spesso causa di intorpidimenti o addirittura di forti dolori, dando un notevole sollievo dal mal di schiena.

Da quel che si è detto finora risulta chiaro come, tra le varie cause del mal di schiena (tra cui disturbi legati all’età, fattori genetici, cattiva alimentazione), quelle che è possibile “correggere” attraverso lo sport sono essenzialmente:

  1. obesità, ovvero uno stato di sovrappeso tale da generare un carico eccessivo sulle vertebre della spina dorsale, con conseguente dolore lombare, oltre a disturbi articolari a caviglie e ginocchia;
  2. postura scorretta, che – come abbiamo visto – dipende essenzialmente da cattive abitudini, affaticamento e costrizione in posizioni scomode e tenute continuativamente (si pensi ad esempio a chi lavora per molte ore fermo in piedi oppure seduto davanti a uno schermo);
  3. debolezza muscolare, spesso matrice di dolori a collo, spalle e schiena, che non hanno la robustezza e il tono muscolare giusti per sopportare eventuali traumi, sforzi prolungati o stress vario di natura fisica.

In questi casi praticare sport è assolutamente consigliato: in ciascuno dei tre casi comporterà un miglioramento dello stato di salute generico e del benessere della schiena in particolare.

Vediamo però alcuni consigli e buone pratiche per coordinare dolori alla schiena e pratica sportina, in modo che i primi non influiscano negativamente sulla seconda – limitando i movimenti e impedendo il corretto svolgimento dell’attività fisica – e che la seconda abbia un effetto “curativo” sui primi.

  1. Qual è lo sport ideale?

Se non state già praticando uno sport e dovete iniziare e quindi sceglierne uno nuovo, fate in modo che la vostra decisione ricada su un’attività piuttosto dolce e che non preveda sforzi muscolari eccessivamente impegnativi per il vostro fisico. Di solito si consiglia di iniziare con la ginnastica dolce, con lo yoga o il pilates, oppure con una semplice camminata veloce, protratta almeno per 40 minuti. Queste attività aiutano a distendere i muscoli e a rilassarli, non provocano traumi e sono facilmente sostenibili da chiunque.

Se invece siete appassionati di uno sport in particolare, o ne praticate già uno, tenete presente che non esiste un’attività sportiva inadatta a priori a chi soffre di mal di schiena. Tutto va calibrato in base alle proprie possibilità, limitando le forzature al minimo.

  • Quando praticare sport?

Un aspetto veramente importante, forse anche più della tipologia di sport scelta, è la frequenza con cui si pratica. Non ha molto senso, a fini “curativi”, occuparsi del proprio fisico solo occasionalmente, o nei ritagli di tempo; la parola d’ordine in questo caso è costanza, per permettere al proprio organismo di adattarsi gradualmente ai cambiamenti, restare allenato e rendere lo sport un’abitudine, non un evento eccezionale.

  • Come ci si prepara?

È bene inoltre sapere che per prepararsi alla sessione di sport bisogna necessariamente passare prima per una lunga e approfondita seduta di stretching, che svolge un ruolo fondamentale nel riscaldamento dei muscoli, in modo da renderli più resistenti ai rischi causati da movimenti bruschi e sforzi eccessivi. Il riscaldamento fa bene anche alla schiena, e può essere praticato anche al di fuori della preparazione sportiva, nei casi in cui si desidera un “pronto intervento” contro il mal di schiena.

Ricordatevi di indossare abiti comodi e traspiranti; se prevedete di non sudare eccessivamente proteggetevi dal freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.