Moda e bellezza

Lenti da vista – Non sono tutte uguali

Quando andiamo a comprare un paio di occhiali da vista siamo soliti soffermarci sulla scelta della montatura, senza pensare che anche le lenti meritano di essere valutate con cura, in quanto sul mercato sono disponibili tantissimi modelli. Andiamo a vedere di seguito, quante e quali tipologie di lenti esistono.

Tipologie di lenti da vista

Le lenti presenti in commercio sono progettate appositamente per risolvere problematiche o per apportare diversi vantaggi alla vista.

Se volete avere una panoramica ancora più chiara delle tipologie disponibili, rispetto a quella che verrà fornita nei righi successivi, potete visitare il sito https://www.grandvision.it/occhiali-da-vista.

Attualmente sul mercato sono disponibili:

  • Lenti progressive, che vantano oltre 50 anni di storia. Perfette per vedere in maniera chiara sia da vicino che da lontano senza cambiare continuamente occhiali. Questa tipologia di lente da vista è ottimale per chi soffre di presbiopia.
  • Lenti fotocromatiche, che tendono a scurirsi al sole, in modo da funzionare non solo come protesi visiva ma anche come occhiale da sole. Queste lenti sono perfette per chi entra ed esce spesso da posti chiusi.
  • Lenti polarizzate, che hanno la funzione di filtrare i raggi solari. Questo modello di lente visiva può essere anche graduata.
  • Lenti bifocali, ovvero dotate di “due fuochi” che consentono una visuale nitida a diverse distanze. Funzionano all’incirca come le lenti progressive.
  • Lenti anti-riflesso, da non confondere con quella anti-luce blu, permettono di respingere le vibrazioni luminose, guardando senza problemi verso fari abbaglianti, lampadari e fonti di luce di vario tipo. L’anti-riflesso non è altro che un trattamento fatto alla lente (pellicola) che ha una durata non infinita, pertanto in caso di visuale priva di contrasto e nitidezza, meglio rivolgersi subito ad un professionista.
  • Lenti anti-luce blu, studiare per essere utilizzate davanti a dispositivi come computer, cellulari e tablet. A differenza delle lenti anti-riflesso sono ricoperte di più strati anti-riflesso e l’ultimo è destinato a ostacolare i riflessi delle luci blu.
  • Lenti anti-graffio, realizzate in materiale organico con trattamento indurente. Differiscono per durate e resistenza rispetto a quelle realizzate in vetro minerale.

A prescindere dalla tipologia di lente scelta, è sempre bene affidarsi ad un professionista del settore per farsi guidare bene.

Scegliere la lente sbagliate, potrebbe causare non solo mal di testa ma anche l’insorgere o il peggiorare di danni visivi.

Cura delle lenti da vista

Le lenti da vista necessitano tutte, senza differenziazione di tipologia, di una corretta manutenzione.

È sempre bene infatti evitare di appoggiare gli occhiali all’ingiù su tavoli o altre superfici, in modo da non recare graffi o danni alle lenti.

Se li trasportiamo in borsa invece, è consigliato l’utilizzo di una custodia rigida per evitare urti e danneggiamenti di vario tipo.

La pulizia inoltre deve essere meticolosa, mai toccare o frizionare le lenti con mani sporche e se ci accorgiamo che ci sono granelli di sabbia o di polvere, prima di pulirle con un panno è bene passarle sotto l’acqua tiepida, magari miscelata ad un detergente neutro.

I panni da utilizzare per l’asciugatura devono essere realizzati in cotone o in microfibra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.