Moda e bellezza

Maschere per capelli danneggiati: quali scegliere, come e quando applicarle

Capelli rovinati da trattamenti aggressivi, piastra, phon o semplicemente stress? In questi casi è una buona pratica fare periodicamente delle maschere per capelli rovinati. Ne esistono di diversi tipi e per varie esigenze, scopriamo insieme quali sono.

Anche se non ce ne rendiamo pienamente conto, i nostri capelli subiscono stress quotidiani continui: oltre ai trattamenti chimici come le tinture, infatti, i capelli subiscono anche diversi tipi di stress meccanici  come l’utilizzo della piastra, del phon, ma anche la semplice coda stretta tende a spezzarli e a fare perdere loro forma e tono. Chiaramente molte di queste abitudini quotidiane sono irrinunciabili (vedi il legarli o il phon specialmente nelle stagioni fredde), e se non si vuole rinunciare ad avere capelli forti e sani, una buona soluzione è quella di applicare periodicamente una maschera ristrutturante per capelli.
In commercio ve ne sono diversi tipi, basati anche sulla problematica specifica che presentano i vostri capelli: secchi, grassi, sfibrati, spenti, ecc… ci sono anche interessanti soluzioni fai da te, molto economiche ed efficaci che possono essere accostate a trattamenti professionali.

Maschere fai da te per capelli danneggiati

I capelli danneggiati hanno bisogno innanzitutto di nutrimento, quindi è buona abitudine dedicarsi alla posa di una maschera nutriente almeno una volta ogni due settimane.
La tipologia della maschera varia, anche in base alla problematica che i capelli presentano, per esempio:

  • L’olio di cocco è l’alleato n°1 dei capelli sfibrati: questo magnifico prodotto, che viene solitamente impiegato per uso alimentare, ha un efficace potere nutriente sui capelli sfibrati. Applicatelo sulle lunghezze dei capelli, li vedrete subito rinvigoriti e luminosi.
  • L’olio d’oliva sui capelli secchi, ma a piccole dosi e con risciacquo! L’olio d’oliva nutre i capelli secchi e li illumina; occorre però fare attenzione: usarne troppo può seccarli ancora di più e soprattutto è necessario risciacquarli dopo un paio d’ore perché anche l’effetto prolungato può ribaltare i benefici ottenuti.
  • Capelli luminosi con l’avocado; si dice (a ragione) che sia il frutto più grasso esistente, il che è vero ma vi è un’enorme differenza fra il grasso cosiddetto “buono” di cui questo prodotto della terra è ricco, e quello invece “cattivo” dei cibi spazzatura! L’avocado è un toccasana naturale per i capelli sfibrati, dona lucentezza e splendida forma.
  • Yogurt, miele, zucchero non solo per le torte, ma anche per i capelli. Fare degli impacchi con questi ingredienti donerà nutrimento alla vostra chioma in maniera 100% naturale e senza spendere grosse cifre.

Per avere un effetto ancora più immediato e visibile usa Olaplex N°3

Se il fascino dei prodotti naturali è indiscusso, è anche vero che in quanto tali spesso hanno tempi d’azione molto lenti. È probabile infatti che siano necessarie diverse applicazioni delle maschere naturali per avere effetti tangibili, e nel caso di capelli fortemente danneggiati, questi potrebbero deludere le nostre aspettative. In questi casi si può optare per prodotti professionali non dannosi e molto efficaci come il trattamento Olaplex n°3.
Questo vanta una formula biochimica che unisce il meglio della scienza con la natura, garantendo risultati tangibili già dalle primissime applicazioni.

Agisce efficacemente su doppie punte e danni dovuti all’utilizzo della piastra per capelli, ricostruendo il capello dall’interno grazie alla sua azione di ripristino dei ponti disolfuri e riportando i tuoi capelli a uno stato ottimale.

Questo è l’unico trattamento professionale con queste caratteristiche che può essere eseguito comodamente a casa, tutte le volte che lo riterrai opportuno, e che ti darà enormi soddisfazioni.

Provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.