Essere Mamma,  Varie

Divertimento con i bambini nell’acquario di Cattolica

Lungo le tante città di mare dell’Adriatico sono presenti diversi acquari, ma se si cerca quello più grande in assoluto di tutta la zona, quello è l’Acquario di Cattolica.

Questi è diventato ormai una tappa obbligata per turisti e scolaresche che soggiornano lungo la Riviera Romagnola, tant’è che in alcuni casi i biglietti sono acquistabili direttamente anche negli hotel di Cattolica (elencati su svariati portali).

acquario-di-cattolicaPercorso Blu

L’Acquario è organizzato secondo quattro percorsi principali. C’è il percorso blu che è forse quello più bello, che passando attraverso oltre 100 diverse vasche ci fa conoscere da vicino (nel vero senso della parola) gli squali, i pinguini, le colorate meduse e le più curiose tartarughe provenienti da tutti i mari del mondo.

Percorso Giallo

È invece rivolto al mondo dei fiumi il percorso giallo, due vasche in cui nuotano vicini piccoli caimani e lontre.

Percorso Viola

Nel percorso viola ad entrare in ballo è l’udito, in una sala dove attraverso sofisticati sistemi acustici vengono riprodotti suoni sottomarini, emessi da i vertebrati e gli invertebrati che vivono nelle profondità. L’editing di questi suoni è stato realizzato di concerto con il CNR che ha portato avanti nel tempo una ricerca conoscitiva su questo mondo misterioso.

Percorso Verdepresepe-le-navi-acquario-cattolica

L’ultimo percorso è quello verde. È uno dei preferiti da parte dei più piccoli perché permette di vedere da vicino anfibi coloratissimi come le rane ed i camaleonti, ma anche tanti serpenti ed insetti particolari.

A corredo di questi quattro percorsi, l’Acquario di Cattolica da ai propri visitatori la possibilità di essere protagonisti di due eventi molto interessanti.

Il pasto degli squali

Il primo è il momento del pasto degli squali, dei pinguini, delle trigoni e delle lontre, pasti durante i quali un esperto racconta agli astanti quali sono le abitudini alimentari di questi animali.

Immersione con gli squali

Per chi infine ama le esperienze forti c’è l’immersione (protetta) in mezzo agli squali, da fare attrezzati di muta e di una speciale palla di vetro in cui infilare la testa per respirare e soprattutto tenere gli occhi ben aperti durante l’immersione.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.