Poesie, Libri, Letteratura

The Loop: la prigione perfetta

Fuggire potrebbe essere l’unica possibilità di sopravvivenza, e di fermare una catastrofe che minaccia di cancellare l’intera umanità.
Arriva in Italia il primo volume della trilogia che diventerà una serie tv per la regia di Louise Sutton, producer di Black Mirror.

Trama

Luka Kane ha passato 736 giorni ingiustamente imprigionato nel Loop aspettando la sua esecuzione. Il Loop è una prigione perfetta, gestita da Happy, l’intelligenza artificiale che si occupa di ogni aspetto della vita dei detenuti. Nel Loop ogni giorno è uguale al precedente. Ogni giorno è un tormento. Ma qualcosa comincia a cambiare. Circolano voci di una guerra. Strane cose accadono ai prigionieri. E la guardiana, l’unica che gli abbia mai dimostrato un minimo di umanità da quando è stato imprigionato, gli consegna un messaggio: «Luka, devi fuggire…». Ora Luka deve decidere se evadere dal Loop è davvero la sua unica possibilità di sopravvivenza, e soprattutto deve trovare un modo per salvare le persone che ama, dentro e fuori la prigione. Ma ben presto scopre che all’esterno la vita è di gran lunga più terrificante di quanto avesse mai potuto immaginare. E se vuole salvare coloro a cui tiene, Luka deve scoprire chi è il responsabile del caos in cui è sprofondato il mondo intorno a lui.

L’autore

BEN OLIVER è cresciuto in Scozia e vive a Edimburgo, dove insegna Inglese in una scuola superiore. Ha cominciato a inventare storie ancora prima di imparare a scrivere. Ha frequentato l’Università di Stirling, dove studiava Letteratura inglese ma passava in realtà tutto il suo tempo provando a scrivere un romanzo. A diciotto anni riuscì a farsi pubblicare la sua prima storia, che da allora è uscita in decine di riviste letterarie e antologie. The Loop – il suo primo romanzo per Young Adult – ha avuto bisogno di sorprendenti quantità di caffè per essere portato a termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.