Tecniche miste

Il feltro: come si ottiene, consigli, tendenze

I consigli e le foto sono di Barbara Biscione, in arte Barbydea.
Per qualsiasi chiarimento, informazione, contattate Barbydea attraverso il suo blog  barbydea.blogspot.com, attraverso la sua pagina Fb Barbydea Fanciful creations oppure potete scrivere a barbydea@gmail.com
Per conoscerla meglio vi invito a leggere la sua intervista esclusiva per ChapeauNews

____________________________________________________________________________

Il feltro: come si ottiene, consigli, tendenze

Il feltro si ottiene utilizzando come materia prima la lana. Le lane più usate per infeltrire sono la merinos e bergschaf.

La struttura della lana al microscopio,appare simile a quella di una pigna. Si puo’ notare che le fibre della lana sono ricoperte da scaglie costituite da una sostanza proteica ,la cheratina.

Durante il processo d’infeltrimento e con l’uso dell’acqua calda, resa alcalina dal sapone, le squame si aprono e “gonfiate” dall’umidita’ si agganciano l’una all’altra dando vita ad un materiale resistente e compatto,appunto il feltro.

Le tipologie di lana per infeltrire presente in commercio sono:lana in vello, lana in nastro cardato e lana in nastro pettinato(top).

Lana cardata in vello

Lana cardata merinos in tops a nastro pettinato

I saponi piu’ adatti a favorire questo naturale processo sono quello di Marsiglia e quello a base di olio d’oliva o di pino.
I saponi troppo aggressivi,non sono adatti poichè ,sgrassando  la lana, ne fanno perdere l’elasticità.

Un importante componente, per ottenere un buon feltro, e’ la temperatura dell’acqua che si deve aggirare sempre intorno ai 45°/50°.

Ottime,comunque, altre soluzioni vegetali esistenti in commercio che permettono l’infeltrimento anche con acqua fredda.

Feltro industriale a metraggio.Le falde a metraggio,di solito misurano in altezza 1,5m ed hanno uno spessore che va da 1mm a 2cm. E’disponbile in colori vari.

Quattro le linee guida per le anticipazioni dei trend dell’autunno –inverno 2011-2012:

  • Cocooning: tonalita’ nella gamma di tutti i verdi invernali
  • Mesmerizing: tinte innovative e nuove tonalita’
  • Sentimental: insoliti accostamenti di colori classici a tinte innovative
  • Essential tinte classiche proposte in tonalita’ piu’ audaci

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.