Consigli pratici

Miglior materasso memory

1. Introduzione

Dormire sonni tranquilli è uno degli fattori più importanti per affrontare nel migliore dei modi le difficoltà di tutti i giorni e, per questo motivo, possedere un ottimo materasso è essenziale. Per nostra fortuna, oggigiorno è possibile trovare in circolazione materassi di ultima generazione, studiati sotto ogni aspetto per assicurare il massimo del confort.

Tra questi, una tipologia che ultimamente sta spopolando nelle vendite, soprattutto per il suo eccezionale rapporto qualità-prezzo, è il materasso memory. Sicuramente ne avrai già sentito parlare e scommettiamo che adesso vuoi approfondire l’argomento per capire se valga la pena o meno fare questo investimento.

Qui, in questa nostra guida, troverai tutte le informazioni che ti serviranno per individuare il miglior materasso memory che più si adatti ai tuoi personali bisogni. Buona lettura.

2. Quali sono i vantaggi del Memory?

Come accennato in precedenza, i materassi memory sono molto apprezzati perché offrono un livello altissimo di comodità e rigidità, mantenendo comunque un basso costo di vendita. La peculiarità di questi modelli è quella di avere una imbottitura completamente in schiuma poliuretanica, elemento molto leggero e facile da lavorare che negli ultimi tempi è andato a sostituire le vecchie imbottiture in molle d’acciaio.

I materassi in memory foam, quindi, mantengono un peso molto basso che ne facilita lo spostamento e, inoltre, questi possono anche essere arrotolati su sé stessi e confezionati sottovuoto occupando così pochissimo spazio, senza mai rischiare di intaccarne la struttura.

Altro aspetto molto importante che riguarda questi strumenti è il rispetto verso l’ambiente, visto che per la loro produzione vengono utilizzati esclusivamente materiali atossici e privi di componenti chimici che, grazie ad un perfetto sistema di areazione, riescono pure ad evitare la formazione di colonie di acari e batteri.

3. Cosa considerare quando si acquista un materasso memory?

Considerando che stai per acquistare uno strumento che ti farà compagnia per parecchio tempo e da cui dipenderà la qualità del tuo sonno, fare scelte affrettate e puntare tutto sull’economicità, a nostro avviso, non è per nulla consigliato.

Quindi, per capire quale è il materasso memory che più faccia al caso tuo dovrai prima prendere in considerazioni pochi ma importantissimi aspetti, come la rigidità, il peso supportato e il materiale con cui è stata realizzata la sua imbottitura.

3.1 Rigidità e zone di portanza

Uno degli aspetti che più influenza la qualità del sonno è la rigidità del materasso su cui si dorme. Con i memory foam, anche un materasso molto rigido, ricercato soprattutto da chi ha problemi con la schiena e preferisce superfici poco deformabili, risulterà essere molto comodo e perfettamente in grado di sorreggere il corpo in maniera omogenea grazie alle sue diverse zone di portanza.

Con zone di portanza si intendono i vari livelli di rigidità che caratterizzano un determinato modello di materasso. Questo significa che in base al peso esercitato sulla superficie del memory, troverai punti più o meno duri in grado di supportare in maniera corretta tutta la tua figura, con una giusta distribuzione del peso, senza creare disturbo e stress nelle zone più delicate, come lungo la colonna vertebrale o nella zona lombare. 

3.2 Peso supportato

Con il peso supportato da un materasso si intende, appunto, i kilogrammi che esso riesce a sostenere senza alterare le proprie proprietà ergonomiche e ortopediche. Il peso che questi materassi in schiume di poliuretano riescono a reggere, mediamente, non è così elevato, aggirandosi sui 120-140 kg per piazza.

A differenza da quanto avveniva con i vecchi modelli in molle in acciaio, la cui capacità massima di peso supportato supera anche i 200kg, i memory foam non riescono ad offrire le massime prestazioni quando sono soggetti ad un eccessivo carico.

3.3 Materiale interno

Sebbene i materassi in memory foam abbiamo tutti una struttura interna realizzata con particolari schiume in poliuretano, tra un modello e l’altro è possibile riscontrare delle differenze sia nella qualità di questa imbottitura sia nella forma.

Questi materassi, infatti, sono costituiti da vari strati di schiuma sovrapposti che possono assumere spessori e consistenze differenti, dal cui insieme dipendono le misure del materasso stesso. Oltre al “nostro” memory foam, potrai trovare altri composti in poliuretano come il water foam e l’airocell.

4. Conclusioni

Se dopo la lettura di questa breve guida dovessi avere ancora qualche dubbio riguardo i materassi memory, non possiamo fare altro che consigliarti di dare un’occhiata a quelli che attualmente sono alcuni dei migliori materassi memory in commercio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.